Per ogni cosa che arriva

man-569099_1280In piazza aspetta guardandosi intorno,
una donna grigia, curata,
anche se sgraziata.
Accanto a una Chiesa lei si attende una moneta
dicendo buonasera tra fumetti di gelo.

La vedo scrutare il corridoio,
una valigia in attesa di un abbraccio,
mentre lui parcheggia all’aeroporto.
Lei si imbroncia per il ritardo:
“non ci vediamo da mesi”, pensa,
mentre lui saluta l’altra
a qualche chilometro di distanza.

Fissa l’orologio impaziente, si sente a disagio,
davanti a un cinema spento del centro.
Non arriverà nessuno, ma finge di attendere,
fumando prepotente.

Lavora senza sosta, senza respirare e senza fermarsi:
l’unica scelta per chi già chiede un sabato, per favore.
Si è infatuata, invaghita
senza conoscere e sapere,
ma solo con lo sguardo prova un sottile piacere

Aspetta la madre, il padre, aspetta il bambino,
aspetta l’amica che ancora non hai conosciuto,
la strada che ancora non hai camminato.
Aspetta quel luogo che non hai mai visto.
Aspetta un lavoro nuovo o una rinnovata promessa,
e chissà quante stanze e sussurri.
Quanti sospiri e quanti tradimenti.
E per ogni cosa che arriva, ce ne sarà sempre un’altra che aspetta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...